CALENDARIO SOCIALE 2017

 

Pagina sponsorizzata (a loro insaputa) da:

Anche se il marchio Tinti non esiste più nel ristorante, il panem e soprattutto i circenses del gigione Tinti sono sempre quelli di una volta.
Gelato ufficiale dell'Empolitour. Il gelato-passeggiata più gustoso e pratico. Resiste al vento ed alle deambulazioni più scomposte. Ottimo per rigenerare le papille gustative dopo un pasto francese.
Bevanda ufficiale del Presidente Caparrini. Resuscita i morti come lui dopo un Izoard o un Tourmalet. Disseta gli assetati ed asseta i dissetati. Nelle hall degli alberghi francesi è disponibile in caratteristiche bottigliette a pera da 33 cc (30 cc di vetro e 3 di aranciata).
Cicli Brando, in Via Carrucci ad Empoli. Meccanico ufficiale del Presidente. Riparazioni ardimentose senza pezzi di ricambio nuovi o registratori di cassa. Pronta consegna ed attesa allietata da talk-show con una fauna stanziale di esperti in arti ciclistiche.
Abbigliamento sportivo VIFRA. Capi ciclistici per tutte le stazze con possibilità di scelta tra gli esclusivi modelli morsa, biscia, salacchino, ventaglio e lenzuolo.
Cucina Sant'Andrea, in Via Salvagnoli ad Empoli. Ristorante ufficiale dell'Empoli Calcio e dell'Empolitour. Grazie ad una speciale convenzione stipulata con le due società, gli atleti tesserati possono ivi cenare utilizzando la speciale formula di congedo "Paga Corsi" o "Paga Caparrini".

 

 

 

   

Programma e commenti a cura del Presidente Caparrini 

Classiche 

 

 

12 MARZO: CLASSICA EMPOLI - SIENA  Km 140 (4a edizione)

Percorso: Empoli - Bivio Gelli - Montespertoli - Lucardo - Tavarnelle (m. 378) - S. Donato in Poggio (m. 418) - Castellina in Chianti (m. 578) – Quercegrossa (m. 350) - SIENA (m. 322) con ricca sosta Pagni in Piazza del Campo – Staggia Senese – Poggibonsi – Certaldo - Castelfiorentino - Empoli.

 

9 APRILE : CLASSICA DEL PARCO DI CAVRIGLIA  Km 131 (13a edizione)

Percorso: Empoli - Ginestra - Cerbaia – S. Casciano - Falciani - Ferrone – Greve in Chianti (m. 236) – POGGIO DELLE SUGAME (GPM m. 532) – Dudda (m. 424) – Lucolena (m. 554) - PARCO DI CAVRIGLIA (GPM m. 893) – Albola (m. 680) – Bivio Radda (m. 503) - Lucarelli con adeguata sosta Pagni al collaudato posto di ristoro – Sicelle - S. Donato in Poggio – Tavarnelle –  Montespertoli - Empoli.

Salite da segnalare:

- POGGIO DELLE SUGAME versante Greve in Chianti (Km 6, dislivello m. 299, pendenza media 4,3%);

- PARCO DI CAVRIGLIA versante Lucolena (Km 9, dislivello m. 565, pendenza media 6,3%).

 

23 APRILE: GIRO DEL DOPPIO GORAIOLO  Km 138 (1a edizione)

Percorso: Empoli (m. 26) – Cerreto Guidi (m. 123) (Km 9) – Montecatini Terme (m. 29) (Km 32) – GORAIOLO (GPM m. 762) (Km 46,5) – Avaglio (m. 670) (Km 51) – Ponte di Serravalle (m. 65) (Km 62) – Borgo a Buggiano (m. 26) (Km 71) – Colle di Buggiano (m. 164) (Km 73,5) – Cozzile (m. 395) (Km 77,5) - GORAIOLO (GPM m. 762) (Km 84) con ricca sosta Pagni a base di crostate – Vellano (m. 485) (Km 89)  – Pescia (m. 62) (Km 100) – Chiesina Uzzanese (m. 18) (Km 108) – Empoli (m. 26).

Salite da segnalare:

- GORAIOLO versante Montecatini Terme (14,500 Km al 5% medio con tratti al 10% dopo Marliana);

- GORAIOLO versante Borgo a Buggiano (13 Km al 5,70%, col km iniziale al 10% medio).

 

7 MAGGIO: CLASSICA TINTI  Km 124 (24a edizione)

Percorso: Empoli (m. 26) - Vinci (m. 97) (Km 12) – San Baronto (m. 348) (Km 23) - Pistoia (m. 71) (Km 35) – Capostrada (m. 103) (Km 38) – Sammommè (m. 569) (Km 46) – PIAN DI GIULIANO (GPM m. 677) (Km 48) – Bivio Pontepetri (m. 683) (Km 54) - Casamarcone (m. 850) (Km 62) con  sosta pranzo al ristorante Tinti dove, dopo l'imperdibile tris di primi, gli arrosti e gli indispensabili dolci della casa, non mancherà qualche virtuosa esibizione dell’amico Mario come prestigiatore - Prunetta (m. 958) (Km 65) – Goraiolo (m. 762) (Km 78) - Monsummano (m. 25) (Km 97) – Cerreto Guidi (m. 123) (Km 115) -  Empoli.

Salite da segnalare: PIAN DI GIULIANO versante Capostrada (10 Km al 5,75% medio, con tratti al 14%).

 

18 GIUGNO: GIRO DI RIFUGIO CASENTINI Km 178 (1a edizione)

Percorso: Empoli (m. 26) – Massarella (m. 55) (Km 16) – Chiesina Uzzanese (m. 20) (Km 30) - Pescia (m. 62) (Km 38) - Collodi (m. 74) Km (42) – Villa Basilica (m. 247) (Km 47) – PASSO DEL TREBBIO (GPM m. 735) (Km 56) – Bagni di Lucca (m. 200) (Km 66,5)  - Imbocco Val Fegana (m. 118) (Km 72) – Tereglio (m. 546) (Km 81) - RIFUGIO CASENTINI (GPM m. 1240) (Km 94) con sosta Pagni nell’attrezzato rifugio, dove finisce il tratto asfaltato della salita – Borgo a Mozzano (m. 95) (Km 119) – Ponte a Moriano (m. 80) (Km 132) - Altopascio (m. 150) (Km 149) –  Empoli (m. 26).

Salite da segnalare:

- PASSO DEL TREBBIO versante Villa Basilica (Km 9, dislivello m. 488, pendenza media 5,4%)

- RIFUGIO CASENTINI versante unico Tereglio (Km 22,300, dislivello m. 1153, pendenza media 5,1%).

 

8 OTTOBRE: GIRO DEL CHIANTI  Km 145 (24a edizione)

Percorso: Empoli - Chiesanuova - S.Casciano - Mercatale - Passo Pecorai - Greve in Chianti (m. 236) - Panzano in Chianti (m. 507) - Radda in Chianti (m. 503) - Castellina in Chianti (m. 578) - PoggibonsiCertaldo - Castelfiorentino - Dogana - Empoli.

 

GRANDI GIRI

 

26 - 28 MAGGIO : GIRO D'ITALIA (Tappa del 27 maggio)(25a edizione)

 

Venerdì 26 maggio - partenza da Empoli alle ore 6,00 (se non prima) con destinazione Bassano del Grappa (m. 129 di altitudine, in Veneto, provincia di Vicenza) dove si soggiornerà per due notti in hotel già prenotato con trattamento di mezza pensione. Il viaggio in pullman terminerà a Valdobbiadene (sono 309  km) dove, dopo aver scaricato le biciclette dal bus, verrà effettuata la prima uscita ciclistica, la TAPPA IN LINEA VALDOBBIADENE – BASSANO DEL GRAPPA, con il seguente percorso:

Valdobbiadene (m. 252) – Quero (m. 272) (Km 7,9) – Feltre (m. 269) (Km 23) – Caupo (m. 333) (Km 30,2) – Il Forcelletto (m. 1392) (Km 50,6) – Monte Grappa/primo scollinamento (GPM m. 1620) (Km 54,4) – Bivio Bassano del Grappa (m. 1546) (Km 56,4) – MONTE GRAPPA Belvedere/Sacrario/Rifugio Bassano (GPM m. 1745) (Km 59) - Campo Solagna (m. 1025) (Km 72,1) – Romano d’Ezzelino (m. 170) (Km 85,1) – Bassano del Grappa (m. 129) per un totale di Km 90.

 

Colli da scalare: (dislivello m. 1412)

-  MONTE GRAPPA  versante Caupo (Km 28,900 - quota di partenza m. 333, quota di arrivo m. 1745, dislivello m. 1412, pendenza media 4,9%, pendenza massima 11%).

 

L’uscita ciclistica si concluderà a Bassano del Grappa dove si raggiungerà l’hotel direttamente in bici.

Il percorso proposto riprende quello che i professionisti effettueranno il giorno successivo con l’aggiunta degli ultimi 2,5 Km per raggiungere la Cima del Grappa dove sono situati il Sacrario e il Rifugio Bassano, nel quale non mancherà una adeguata sosta Pagni. Il percorso Giro d’Italia prevede invece lo scollinamento a quota 1620 e quindi la successiva discesa verso Romano d’Ezzelino.

 

Intorno alle ore 20 è prevista la cena in hotel a base di specialità locali. Da menzionare il baccalà alla vicentina, i bigoli all’anatra, il riso mantecato, il risotto con gli asparagi, il risotto con i tartufi neri dei Colli Berici, la pasta e fagioli alla vicentina, il riso e bruscandoli, lo “strugono” di patate e spinaci, la torta al radicchio trevisano, il piccione allo spiedo con polenta, il pollo alla salvia con fagioni, la lepre in salmì e la torta di asparagi di Bassano.

I dolci più tipici: budino ricco si semolino, frittelle di polenta e cotognata.

 

Sabato 27 maggio - partenza in bicicletta dall'hotel per il GIRO DELLA TAPPA DI ASIAGO con il seguente percorso: Bassano del Grappa (m. 129) – San Zenone degli Ezzelini SP 248 (m. 145) (Km 8,5) – Onè SP 20 (m. 148) (Km 10,7) – Crespano del Grappa SP 26 (m. 292) (Km 18,7) –  Romano d’Ezzelino (m. 170) (Km 25,7) – Campese (m. 138) (Km 30,9) – Valstagna (m. 149) (Km 38,5) – FOZA (GPM m. 1086) (Km 52,5) – Gallio (m. 1081) (Km 62,5) – Asiago (m. 1002) (Km 67,3) con visione dell’arrivo della 20ma tappa del giro d’Italia Pordenone-Asiago – Turcio SP 72 (m. 1095) (Km 72,3) – Fontanelle (m. 745) (Km 84,3) – Pradipaldo (m. 505) (Km 90,3) - Bassano del Grappa (m. 129)  per un totale di Km 102.

 

Colli da scalare: (dislivello m. 937 riferito alla sola salita di Foza)

- FOZA versante Valstagna (Km 14 -  quota di partenza m. 149, quota di arrivo m. 1086, dislivello m. 937, pendenza media 5,2%);

 

Cena intorno alle ore 20. Seguirà passeggiata nel centro cittadino e pernottamento in hotel.

 

Domenica 28 maggio -  partenza dall'hotel per la SCALATA DEL MONTE GRAPPA DA SEMONZO con il seguente percorso:

Bassano del Grappa (m. 129) – Romano d’Ezzelino (m. 170) (Km 5) – Semonzetto/inizio salita (m. 174) (Km 7,5) – Semonzo (m. 200) (Km 8,3) – Campo Croce (m. 1048) (Km 19,3) – CIMA GRAPPA/Sacrario (GPM m. 1745) (Km 26,9) – Campo Solagna (m. 1875) (Km 41) – Romano d’Ezzelino (m. 170) (Km 52) - Bassano del Grappa (m. 129) per un totale di Km 57.

 

Colli da scalare (Km totali di salita 19,300, dislivello complessivo m. 1571) :

- MONTE GRAPPA versante Semonzo (Km 19,300, dislivello m. 1571, quota di partenza m. 174, quota di arrivo m. 1745, pendenza media 8%, massima 14%);

 

La salita del Monte Grappa da Semonzo ricalca il percorso del Giro d’Italia 2014 quando venne effettuata la cronoscalata del Grappa il 30 maggio 2014: vinse Quintana (poi anche vincitore del Giro) con il tempo di 1.05’37” alla media di 24,506 sui 26,9 Km del percorso.

Dopo il pranzo finale all’hotel partenza per Empoli dove è previsto di arrivare entro le ore 21.

 

19 – 23 LUGLIO: TOUR DE FRANCE (tappe del 19 e 20 luglio) (28a ed.)

 

Mercoledì 19 luglio - Ore 6,00 precise (se non prima): partenza da Empoli con destinazione Briançon (m. 1321, sono 474 Km di viaggio) nel dipartimento Hautes-Alpes della regione Rhone Alpes, dove si soggiornerà in un hotel già prenotato per tre giorni con trattamento di mezza pensione.

Il viaggio in pullman terminerà a Bardonecchia (sono 456 km) dove, dopo aver scaricato le biciclette dal bus, verrà effettuata la prima uscita ciclistica, la TAPPA IN LINEA BARDONECCHIA – BRIANCON, con il seguente percorso:

Bardonecchia (m. 1302) – COL DE L’ECHELLE (GPM m. 1766) (Km 11) – Plampinet (m. 1478) (Km 18) – Val de Prés (m.1400) (Km 26,5) – La Vachette (m. 1375) (Km 31) – Briançon (m. 1321) (Km 34) – St. Chaffrey (m. 1333) (Km 37) – Serre Chevalier (m. 1403) (Km 40) con visione dell’arrivo della 17ma tappa del Tour de France La Mure-Serre Chevalier – quindi rientro a Briançon (m. 1321) per un totale di Km 46.

 

Colli da scalare (Km 8,800, dislivello m. 464):

COL DE L’ECHELLE (1 cat.) versante Bardonecchia (Km 8,800 - quota di partenza m. 1302, quota di arrivo m. 1766, dislivello m. 464, pendenza media 5,3%, pendenza massima 13%).

 

La visione tappa al primo giorno di spedizione rappresenta una novità: avremo la possibilità di vedere l’arrivo della corsa senza percorrere alcun Km del percorso Tour, visto che i professionisti arriveranno a Serre Chevalier dalla direzione opposta alla nostra, dopo aver scalato il Galibier dal versante Valloire. Partendo da Bardonecchia e salendo il non difficile Col de l’Echelle (già affrontato dal versante francese, mai da quello italiano) dovremmo arrivare all’arrivo di tappa largamente prima dei corridori e avere tutto il tempo di posizionarci non lontani dal traguardo. Dopo l’arrivo ci sarà da percorrere solo 6 Km per arrivare all’hotel di Briançon; quindi nessuna ansia da ritorno in tarda ora.

 

Esattamente alle ore 20,00 è prevista la cena in hotel. I piatti “forti” della cucina regionale sono il “gratin dauphinois”, la fonduta savoiarda, i ravioli di formaggio caprino, la trota alla salsa di panna, le crocchette di vitello al Reblochon, il “tournedos alla salsa di tartufi. Ottimi i formaggi: il Beaufort, il Reblochon e lo Chevrotin sopra tutti.

Non mancherà naturalmente la consueta passeggiata cittadina, nemmeno tanto breve considerando che l’hotel è situato a circa 1 Km dal centro, nè l’indispensabile gelato Carpigiani.

 

Giovedì 20 luglio: partenza in bicicletta dall’hotel per il GIRO DEL COL D’IZOARD col seguente percorso:

Briançon (m. 1321) –  Prelles (m. 1149) (Km 8,5) – L’Argentière-La Bessée (m. 1208) (Km 17) – St. Crépin (m. 922) (Km 28) – Mont Dauphine (m. 980) (Km 32) – Guillestre (m. 1020) (Km 36) – Ponte sul fiume Guil/inizio salita (m. 1266) (Km 51,3) – Arvieux (m. 1544) (Km 56,6) - Brunissard (m. 1771) (Km 59,6) – La Casse Déserte (m. 2180) (Km 64,9) – COL D’IZOARD (GPM HC m. 2361) (Km 67,7) con visione dell’arrivo della 18ma tappa del Tour de France Briançon-Izoard – Cervierès (m. 1622) (Km 77,2)  – Briançon (m. 1321) per un totale di Km 90.

 

Colli da scalare (Km totali di salita 31,700, dislivello m. 1409):

- COL D’IZOARD (HC) versante Guillestre (Km 31,700 - quota di partenza m. 1020, quota di arrivo m. 2361, dislivello m. 1409, pendenza media 4,4%, pendenza massima 12%).

 

L’arrivo di tappa al Col d’Izoard rappresenta un inedito per il Tour e anche l’ultima tappa di montagna dell’edizione 2017. Sono pertanto da prevedersi attacchi tra i primi della classifica in modo da consolidare o ribaltare le posizioni prima della crono di Marsiglia, prevista due giorni dopo. L’Izoard è salita molto impegnativa (non farsi ingannare dalla modesta pendenza media, in quanto i primi 17 Km dei 31,7 complessivi sono piuttosto facili) soprattutto nel tratto da Brunissard a Casse Déserte dove, con tratti prevalentemente rettilinei, raramente si scende sotto al 10%. Abbiamo già affrontato per tre volte questa salita nelle precedenti spedizioni Tour e il parere di tutti i partecipanti è sempre stato unanime: tra le più dure salite francesi. La semplice analisi della pendenza media e massima non danno assolutamente l’idea di ciò che ci aspetta: possiamo garantire che i micidiali drittoni di Brunissard e Arvieux saranno ricordati a lungo da tutti i partecipanti alla spedizione. Molto a lungo.

 

Cena in hotel intorno alle 20,00; sempre indispensabile la consueta passeggiata cittadina con annesso Carpigiani.

 

 

 

Venerdì 21 luglio: partenza in bicicletta dall’hotel per la SCALATA DEL COL DU GALIBIER con il seguente percorso:

Briançon (m. 1321) – Chantemerle (m. 1350) (Km 6) – Le Monetier Les Bains (m. 1470) (Km 14) – Col du Lautaret (m. 2058) (Km 28,7) –  COL DU GALIBIER (GPM HC m. 2645) (Km 37,2) – ritorno per lo stesso percorso e quindi Col du Lautaret (m. 2058) (Km 45,4) – Le Monetier Les Bains (m. 1470) (Km 60,1) – Chantemerle (m. 1350) (Km 68,1) – Briançon (m. 1321) (Km 74) – Briançon/salita città vecchia e successivo ritorno a Briançon/hotel (m. 1321) per un totale di Km 76.

 

Colli da scalare (Km totali di salita 37,200, dislivello m. 1346):

- COL DU GALIBIER (HC) versante Sud/Briançon (Km 37,2 - quota di partenza m. 1300, quota di arrivo m. 2645, dislivello m. 1346, pendenza media 3,6% - 5,1% da Monetier -, pendenza massima 12%).

 

La scalata del Galibier, pur dal versante più facile, rappresenta sempre una uscita ciclistica di tutto rispetto. La pendenza media è poco rilevante e fino a pochi km prima del Col du Lautaret la strada è larga e con modeste difficoltà. Dal Col du Lautaret cominciano gli 8 Km di vera salita su strada stretta e con panorami davvero suggestivi. E’ il tratto che abbiamo percorso fin dal 1990, anno della prima spedizione Tour, e che prevede punte al 12% negli ultimi tornanti. Il ritorno avverrà per lo stesso percorso e sarà arricchito dalla salita finale che porta alla città vecchia di Briançon, teatro di molti arrivi di Giro, Tour e Delfinato.

Obbligatoria a questo punto una sosta pranzo in un ristorante cittadino a base di tartiflette.

Alle ore 20,00 (ma forse anche prima) cena in hotel con successiva passeggiata rilassante per le vie cittadine con l’indispensabile degustazione del gelato Carpigiani. Pernottamento in hotel.

 

Sabato 22 luglio partenza in pullman dall’hotel in direzione Guillestre (sono 36 Km) dove, una volta scaricate le bici, inizierà l’uscita ciclistica con la TAPPA IN LINEA GUILLESTRE – DRONERO con il seguente percorso:

Guillestre (m. 1020) – Bivio da D902/imbocco D947 (m. 1385) (Km 17) – Chateau-Queyras (m. 1406) (Km 21,5) – Molines en Queyras (m. 1726) (Km 27) – Fontgillard (m. 1999) (Km 31) - COLLE DELL’AGNELLO (GPM HC m. 2748) (Km 42) –  Chianale (m. 1797) (Km 52) – Pontechianale (m. 1610) (Km 56,5) – Casteldelfino (m. 1296) (Km 63,5) – Sampeyre (m. 971) (Km 74) – Venasca (m. 549) (Km 94,2) – Rossana (m. 530) (Km 99,2) – Colletto di Rossana (m. 635) (GPM Km 101,2) - Dronero (m. 522) per un totale di Km 115.

 

Colli da scalare (Km totali di salita 44, dislivello complessivo m. 1853):

- COLLE DELL’AGNELLO (HC) versante francese (Km 26,300 - quota di partenza m. 1385, quota di arrivo m. 2748, dislivello m. 1406, pendenza media 5,3%, pendenza massima 12%);

 

Il trasferimento in Italia in bici è una novità assoluta delle nostre spedizioni. Lo spostamento in pullman a Guillestre consente di evitare i primi 36 Km già percorsi nel giro dell’Izoard di due giorni prima e di mantenere l’uscita in un chilometraggio accettabile. Dopo la lunga discesa verso Sampeyre (dove potrebbe essere effettuata un’opportuna sosta pranzo) c’è da scalare solo il facile Colletto di Rossana (2 km al 5%) prima del meritato approdo di Dronero.

Cena, intorno alle ore 20, e pernottamento a Dronero in hotel prenotato. Dopo cena da ritenersi inperdibile la passeggiata in paese con l’immancabile passaggio sul Ponte del Diavolo (risale al 1428 ed è posto sul torrente Maira).

 

Domenica 23 luglio partenza in bici dall’hotel per il GIRO DEL FAUNIERA con il seguente percorso:

Dronero (m. 522) – Caraglio (m. 575) (Km 8) – Monterosso Grana (m. 720) (Km 17,2) – Pradléves (m. 822) (Km 20,4) – Campomolino (m. 1141) (Km 27,4) – Santuario di S. Magno (m. 1761) (Km 33,4) – Bivio colle Esischie (m. 2363) (Km 40,5) - COLLE DI FAUNIERA (GPM HC m. 2480) (Km 42) – Colle di Esischie (m. 2370) (Km 44) – Ponte Marmora (m. 944) (Km 64) – Bedale (m. 818) (Km 73) – S. Damiano Macra (m. 754) (Km 80) - Dronero (m. 522) per un totale di Km 90.

Colli da scalare:

- COLLE DI FAUNIERA (HC) versante Pradléves (Km 21,900, quota di partenza m. 822, quota di arrivo m. 2480, dislivello m. 1658, pendenza media 7,6%, pendenza massima 14%).

 

Torniamo a scalare il Fauniera da Pradléles dopo 18 anni: è la salita più dura del nostro Tour. In cima immancabile sosta davanti al monumento di Pantani. Pranzo a Dronero, nell’hotel prenotato. Successiva partenza per il  viaggio di ritorno a Empoli (sono 368 km) intorno alle ore 15/15,30. Orario previsto per il rientro ore 21 circa.